Valle dell'Acate

Grandi vini tra tradizione e innovazione

Valle dell’Acate è una delle cantine più famose e rappresentative del ragusano. È stata fondata alla fine del XIX secolo dalla famiglia Jacono, in un periodo in cui il vino del territorio era soprattutto esportato verso la Francia, per tagliare i vini del nord con rossi più intensi, alcolici e corposi. Da allora è passato molto tempo e la Sicilia ha saputo intraprendere una virtuosa strada verso l’eccellenza, che ne ha permesso un vero  e proprio rinascimento. Le antiche tradizioni sono state tramandate e reinterpretate alla luce delle più moderne conoscenze agronomiche ed enologiche, per produrre grandi vini. Oggi Valle dell’Acate è un’azienda dinamica gestita da Gaetana Jacono, che ha saputo puntare sulla qualità senza compromessi, per proporre al mercato etichette che esprimono il volto autentico del territorio.

Fedele alle più antiche consuetudini, Valle dell’Acate ha puntato sulla valorizzazione dei vitigni storici del territorio: Nero d’Avola, Frappato e su altri vitigni autoctoni come Inzolia, Grillo o internazionali, come Chardonnay, Syrah e Petit Verdot. La cantina è famosa soprattutto per i vini emblema del territorio: il Cerasuolo di Vittoria e il Frappato. Due rossi di straordinaria finezza ed eleganza, molto lontani dagli stereotipi di vini potenti e concentrati, legati a una vecchia e fuorviante idea della Sicilia. Le vigne si trovano in una splendida zona della Sicilia sud-orientale, caratterizzata da un clima caldo e siccitoso, mitigato dalla presenza delle brezze del mare. La tenuta è gestita in regime di agricoltura biologica certificata e la cantina è da anni impegnata in un lavoro di zonazione, che ha permesso di portare in luce sette diversi tipi di terreni, in modo da coltivare ogni vitigno nel luogo più adatto.

Grazie a una profonda conoscenza delle sfumature del territorio, Valle dell’Acate è in grado di proporre una gamma di etichette di grande personalità, con versioni di Frappato e Cerasuolo di Vittoria tra le migliori in assoluto. Molte bottiglie sono il frutto di un singolo cru, capace di esprimere un carattere unico e peculiare.  La cantina è impegnata in un’opera di riqualificazione di tutto il territorio, con una particolare attenzione all’ecosistema ambientale e alla biodiversità. S’inseriscono in questa logica gli impianti d’irrigazione di soccorso di precisione e la riduzione dello spreco energetico in cantina, per migliorare la sostenibilità con il calcolo delle impronte dell’acqua e del carbonio.

Informazioni

Regione
Anno fondazione
1981
Ettari vitati
80
Produzione annua
350.000 bt
Enologo
Carlo Casavecchia
Indirizzo
Valle dell'Acate, Contrada Bidini, 97011 Acate (RG)
I vini della cantina Valle dell'Acate