Chartreuse

Il mistero dell’antica ricetta custodita dai monaci certosini

Le origini della Chartreuse risalgono al lontano 1605, quando i monaci della Certosa di Vauvert, a Parigi, entrano in possesso di un misterioso manoscritto, contenente la formula di un elisir di lunga vita. Questa ricetta prevede l’uso della quasi totalità delle piante medicinali allora conosciute ed è troppo difficile da mettere in pratica. Bisognerà aspettare il 1737 per vedere prodotto per la prima volta questo elisir, per merito dei monaci della Grande Chartreuse di Grenoble che, dopo lunghi studi e tentativi, giungono alla produzione dell’Elisir vegetale della Grande Chartreuse, proposto poi nelle due varianti verde e gialla.

Oggi il liquore è prodotto nella grande cantina del monastero della certosa di Voiron da monaci chiamati a questa missione dal loro ordine religioso. Solo due di essi ne conoscono esattamente la ricetta, ma tutti contribuiscono alla selezione delle piante e delle erbe necessarie. Ancora oggi, nonostante i moderni metodi di analisi, la formula della Chartreuse rimane un mistero.

Informazioni

Distillati principali
Liquore Chartrose
Anno fondazione
1737
Indirizzo
10, Boulevard Edgar-Kofler BP 102 - 38503 Voiron Cedex
I produttori dello chartreuse