Noelia Ricci

Alla continua ricerca delle origini e delle autentiche peculiarità dei vini di Romagna

Noelia Ricci è il nome di un ambizioso progetto di sperimentazione e valorizzazione del Sangiovese di Romagna, nato all’interno della Tenuta Pandolfa grazie all’intraprendenza di Marco Cirese. Il territorio è quello appenninico della Valle del Rabbi, sulle colline romagnole di Predappio, dove il Sangiovese è coltivato da tempi remoti. Il ritorno alle origini e alle più tipiche peculiarità del Sangiovese di Romagna è appunto l’obiettivo di questo progetto, attraverso alla produzione di vini eleganti ed espressivi, prodotti rinnegando le mode degli ultimi decenni, senza surmaturazioni e senza affinamento in legno.

I vigneti di Sangiovese selezionati per questo progetto, oggi assurti alla considerazione di cru, erano quelli meno apprezzati dalla Tenuta Pandolfa perché, situati a oltre 200 metri di altitudine su terreni poveri ed esposti a rinfrescanti brezze marine, hanno una bassa produttività, data per lo più da uve di basso tenore alcolico e dalla spiccata freschezza. Marco Cirese ha convertito questi limiti in virtù e peculiarità del territorio, riscoprendo e valorizzando il carattere più autentico dei vini di Romagna, da identificare nell’agilità di beva, eleganza, freschezza e pulizia aromatica.

I vini firmati da Noelia Ricci, nome della proprietaria della tenuta e fondatrice della cantina, sono l’espressione nitida di un territorio unico che ha finalmente riscoperto come punti di forza le sue più distintive caratteristiche. Il processo di produzione, in vigna come in cantina, è meticoloso e tradizionale, senza estremismi o forzature. Nascono così vini molto eleganti e tradizionali, di espressiva freschezza e dalla beva piacevole e impeccabile.

Informazioni

Vini principali
Sangiovese di Romagna
Anno fondazione
2013
Ettari vitati
9
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
42.000 bt
Enologo
Francesco Bordini
Indirizzo
Via Pandolfa, 35 - Località Fiumana - 47016 Predappio (FC)
I vini della cantina Noelia Ricci