Carolina Gatti

Una vignaiola libera e rivoluzionaria nella zona del Prosecco

 

Carolina Gatti è una vignaiola grintosa ed energica della zona di produzione di Ponte di Piave, nelle colline del Conegliano-Valdobbiadene in provincia di Treviso. Enotecnica, enologa e a tutti gli effetti - dal 2012 - responsabile della cantina che porta il suo nome, si è laureata con una tesi dedicata a un soggetto con cui stringerà un legame indissolubile: il Raboso del Piave. Una varietà di nicchia, fuori dalle mode passeggere e dagli articoli improvvisati, che occupa un posto d’onore nel cuore di Carolina. Il nome del suo blog? Rabosando, neanche a dirlo! Legata al suo Veneto da quando era bambina e partecipava attivamente alle vendemmie di casa, ha imparato a fare vino in maniera convenzionale, per poi seguire il suo spirito libero e iniziare ad andare controcorrente, a muso duro e mente aperta.

La realtà vinicola Carolina Gatti si estende su 5 ettari di vigneto dislocati nella Marca Trevigiana e allevati con una tecnica antica e in via di estinzione: la bellussera. Un sistema di allevamento, non meccanizzabile, simile alla raggiera, naturalmente molto produttiva, contenuta in fase di potatura con regolazione della carica di gemme. Oggi le più vecchie hanno 80 anni e sono accudite da Carolina con la stessa passione del padre Lorenzo, che ancora la supporta nella lavorazione della terra, insieme al fratello Lino e a mamma Renata, responsabile dell’orto e degli animali domestici. La sua azienda agricola può essere a tutti gli effetti definita autosufficiente e autarchica: ai vigneti si aggiungono campi di mais e bestiame, da cui proviene gran parte della sostanza organica usata in agricoltura. Lavoro sistemico!

Carolina Gatti è l’anima anticonvenzionale e rivoluzionaria dell’areale di produzione del Prosecco, volutamente borderline, fuori dai disciplinari, lontana dalle convenzioni, bandita…come le sue bolle! Fedele a una sensibilità profonda per il vino vero e autentico, ha sostituito in vigna i trattamenti sistemici con poltiglia bordolese e col solo utilizzo di rame e zolfo e in cantina le fermentazioni sono attivate solo con lieviti indigeni. Prima dell’imbottigliamento i vini di Carolina non vengono filtrati e le dosi di solfiti aggiunti sono ridotte all’osso. Determinata, coraggiosa e libera, in una delle zone vinicole più convenzionali d’Italia!

Informazioni

Regione
Vini principali
Prosecco col Fondo, Raboso, Cabernet Sauvignon
Anno fondazione
1930
Ettari vitati
5
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
30.000 bt
Enologo
Carolina Gatti
Indirizzo
Via Campagne, 29 - 31047, Ponte di Piave (TV)
I vini della cantina Carolina Gatti