Chateau Latour

La storia dei grandi vini di Pauillac

Château Latour si trova a Pauillac, nel cuore della regione del Médoc ed è uno dei più celebri Premier Grand Cru Classé di Bordeaux. Le sue origini sono molto antiche e le prime testimonianze della proprietà risalgono al 1300. Nel corso dei secoli, la coltivazione della vite è continuata senza interruzioni e nel XVII secolo, Nicolas-Alexande de Ségur, soprannominato “Pince des Vignes” dal re Luigi XV, ha ampliato la tenuta acquisendo le terre di Mouton e Calon. La qualità dei vini è sempre molto alta e già nel 1714 un tonneau di Latour era venduto a un prezzo quattro o cinque volte superiore alla media dei vini di Bordeaux, fino ad arrivare a venti nel 1767. Nella Classificazione del 1855 è stato riconosciuto Premier Cru Classée, a conferma di un livello elevatissimo dei suoi vini. Nel 1993 è stato acquistato da François Pinault.  Su impulso della nuova proprietà è iniziato un periodo di ristrutturazione, che ha condotto a un completo rinnovamento delle aree di vinificazione e delle cantine, con un ulteriore miglioramento dei vini.

La tenuta si trova una cinquantina di chilometri a nord-ovest di Bordeaux, in una zona particolarmente vocata. La vicinanza dell’estuario della Gironda e dell’Oceano, influenzano il clima mitigando le temperature, scongiurando il pericolo di gelate primaverili e consentendo un’ottima maturazione delle uve. Le vigne sono coltivate su dolci rilievi di ghiaie di una quindicina di metri di altezza, che poggiano su un substrato di argille profonde. Sono suoli ideali per la vite, molto drenanti negli strati superficiali e capaci di trattenere acqua in profondità, per consentire alle piante di superare senza problemi eventuali periodi di siccità estiva. Oggi il vigneto si estende complessivamente su 92 ettari di cui 47 situati attorno allo Château, il famoso “Enclos”, che rappresenta l’area di maggior prestigio, esclusivamente destinata alla produzione del primo vino di Latour.

Il vigneto di Château Latour è coltivato con Cabernet Sauvignon (76%), Merlot (22%), Petit Verdot e Cabernet Franc (2%). Il terreno ghiaioso di quest’area del Médoc, infatti, è particolarmente adatto al Cabernet Sauvignon, che predilige i terreni poveri, asciutti e drenanti. Il Merlot è coltivato nelle zone più basse dell’Enclos su terreni più freschi e meno profondi, con una maggior percentuale d’argilla. Il Petit Verdot e il Cabernet-Franc rappresentano una piccola percentuale nell’assemblaggio, tuttavia il primo contribuisce a donare struttura tannica e intense note speziate. Le vigne sono piantate con l’alta densità d’impianto e gestite con basse rese, per ottenere un’eccellente concentrazione aromatica.

Altre informazioni

Anno fondazione
1331
Ettari vitati
92
Indirizzo
27 Rte des Châteaux - 33250 - Pauillac (France)
I vini della cantina Chateau Latour