Pietradolce

L’energica espressione vinicola dell’Etna e i simboli del triangolo e della donna vulcano

Sul versate nord dell’Etna, nella piccola frazione di Solicchiata, troviamo i vigneti della giovane ma vivace cantina Pietradolce, nata nel 2005 dalla passione di Michele e Mario Faro che, con intuito e determinazione, sono riusciti a guadagnarsi un posto di tutto rispetto nel panorama vitivinicolo etneo.

Tra i 600 e 900 metri, su terreni franco-sabbiosi, si estendono per 11 ettari i vigneti di Pietradolce, immersi un microclima contraddistinto da tanta luce e forti sbalzi termici, suddivisi in tre appezzamenti: due ricadenti in contrada Rampante, dove ha sede la cantina, uno in contrada Zottorinoto. Qui si coltivano esclusivamente i vitigni autoctoni dell’Etna, allevati soprattutto nella tradizionale forma ad alberello: Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio e Carricante svolgono il ruolo di protagonisti.

I vini di Pietradolce sono stati oggetto di un entusiasmante attenzione di pubblico e di critica sin dalle loro prime uscite in commercio, grazie alla grandiosa eleganza e all’alto indice di piacevolezza. Questa eccellenza, che rappresenta appieno l’anima dell’Etna, è simboleggiata dalla figura del triangolo e della donna-vulcano, divenuti una garanzia di tipicità e di potenza espressiva di tutto il territorio.

Informazioni

Regione
Vini principali
Etna Rosso, Etna Bianco
Anno fondazione
2005
Ettari vitati
20
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
55.000 bt
Enologo
Carlo Ferrini
Indirizzo
Contrada Rampante - Solicchiata - 95012 Castiglione di Sicilia (CT)

"Fare le cose piano e farle bene, mantenere la qualità al massimo, privilegiandola alla quantità"

Michele Faro
I vini di Pietradolce