Ribelà

Vini dei Castelli Romani: il gusto vero del territorio

La cantina Ribelà è una giovane realtà che sorge in un luogo di secolare tradizione vitivinicola denominata Frascati, all’interno del Parco dei Castelli Romani. Fondata nel 2014, è condotta da Chiara Bianchi e Daniele Presutti. Il nome della cantina deriva dal termine dialettale “ribelare”, che significa ricoprire: il gesto di rincalzare la terra attorno alla vite con una zappa o una vanga simboleggia un nuovo inizio e allo stesso tempo un continuo rinnovo della tradizione.

 

I 2 ettari di vigneto di Ribelà sono impiantati a 330 metri slm, su terreni vulcanici, e sono condotti in biodinamica, in modo da rispettare l’equilibrio vitale del terreno. La conformazione di questa zona è a valletta: questo permette al vigneto di avere tutte le esposizioni. Le viti hanno un’età compresa tra i 25 e i 60 anni e vengono allevate a pergola e filare. Le varietà sono quelle tipiche del luogo: la Malvasia di Candia e del Lazio, il Trebbiano giallo, toscano e verde, il Bombino, il Bellone per i vini bianchi; il Cesanese, l’Aleatico, il Sangiovese e il Montepulciano per i vini rossi.

 

I vini di Ribelà sono ottenuti tramite fermentazione spontanea con lieviti indigeni in tini aperti. Non subiscono filtrazioni né chiarificazioni e non contengono coadiuvanti o additivi chimici. L’aggiunta di solforosa è ridotta al minimo e il valore totale non supera mai i 30 mg/l. Chiara e Daniele lavorano per tradurre nei loro vini le caratteristiche del magnifico terroir dei Castelli Romani, facendo emergere in particolare la sua mineralità.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Malvasia, Cesanese
Anno di fondazione
2014
Ettari vitati
2
Produzione annua
11.000 bt
Indirizzo
Via S.Eusebio, 3 - 00078 Monte Porzio Catone (RM)
I vini della cantina Ribelà