Fiano di Avellino 'Ciro 906' Ciro Picariello 2018

Il Ciro 906 è un Fiano di Avellino corposo e intenso, con un bouquet ricco e variegato che spazia dai fiori bianchi, fino a note tostate ed idrocarburi. Ci offre un sorso di bell'equilibrio, con una spiccata freschezza e una persistenza davvero notevole

25,90 € Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione
Fiano di Avellino DOCG
Vitigni
Fiano 100%
Regione
Gradazione
12.5%
Formato
Bottiglia 75 cl
Vigneti
A Summonte, posti a 650 mt. s.l.m. su suolo roccioso e argilloso, esposto a nord-est. Viti di 20 anni
Vinificazione
Il mosto viene raffreddato a 8°C per 24 ore. La fermentazione alcolica è svolta in acciaio
Affinamento
12 mesi in vasche di acciaio, con frequenti batonnages
Filosofia produttiva
Vegan Friendly,

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per orange wine di media struttura, che necessitano di una leggera ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino perfetto da bere subito, ma può evolvere bene se tenuto a riposare in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 3-4 anni

descrizione del Fiano di Avellino Ciro 906

Il “Ciro 906” Fiano di Avellino nasce da una selezione di uve accuratamente valutate, per rappresentare solo il meglio del terroir di origine e della DOCG di appartenenza. Coinvolgente il naso, dove eleganti note floreali aprono a un ventaglio poi multiforme, preludio di un sorso rinfrescante, che colpisce anche per la persistenza con cui si prolunga sul finale. Una bottiglia che racchiude in sé tutta la passione e la dedizione di Ciro Picariello per il mondo della viticoltura.

Questo Fiano di Avellino “Ciro 906” nasce da quelle vigne la cui età media delle piante si aggira intorno ai 20 anni, coltivate dalla cantina di Ciro Picariello a Summonte. Ci troviamo a circa 650 metri sul livello del mare, all’interno di un terroir contraddistinto da un sottosuolo roccioso e argilloso, esposto verso nord-est. Il mosto ottenuto dalla pressatura degli acini viene raffreddato per 24 ore a una temperatura di 8 gradi, per poi fermentare in contenitori d’acciaio inox per 60 giorni. L’affinamento, che avviene con frequenti batonnages, ha una durata di un anno e viene svolto in vasche d’acciaio sino a quando non si iniziano le operazioni di imbottigliamento.

Il “Ciro 906” Fiano di Avellino si sviluppa nel bicchiere con un colore tipicamente paglierino. Il ventaglio di aromi che avvolge il naso racconta al primo impatto note floreali, che col trascorrere dei minuti virano verso sentori tostati e cenni che richiamano gli idrocarburi. All’assaggio è di buon corpo, energico e vitale, equilibrato, con un sorso che colpisce per la straordinaria freschezza offerta al palato. La punta di diamante dell’intera produzione della cantina Ciro Picariello, che, annata dopo annata, si conferma sempre come un’etichetta di sicura affidabilità. Provatela con le ricette a base di pesce, e perché no, anche con la carne in umido.

Colore Giallo paglierino intenso

Profumo Note di fiori bianchi che evolvono nel calice verso richiami tostati e di idrocarburi

Gusto Corposo e intenso, con una spiccata freschezza e un bell'equilibrio

produttore: Ciro Picariello

Vini principali
Fiano di Avellino
Anno fondazione
2004
Ettari vitati
15
Uve di proprietà
90%
Produzione annua
50.000 bt
Enologo
Ciro Picariello
Indirizzo
Ciro Picariello, Via Marroni, 18A - 83013 Summonte (AV)

Perfetto da bere con

  • Pesce alla griglia Pesce alla griglia
  • Pesce in umido Pesce in umido
  • Pasta al pesce col pomodoro Pasta al pesce col pomodoro
  • Formaggi freschi Formaggi freschi
  • Zuppa di pesce col pomodoro Zuppa di pesce col pomodoro
  • Carni bianche in umido Carni bianche in umido
  • Risotto ai frutti di mare Risotto ai frutti di mare