Passerina Santa Barbara 2020

La Passerina di Santa Barbara è un'interpretazione chiara e decisa di questa varietà tipica del territorio marchigiano. Viene vinificata solo in serbatoi di acciaio così da presentare al naso sentori freschi e netti di frutta matura, fiori di campo, erbe aromatiche con venature sapide di contorno. La beva è agile e leggera, un binomio perfetto di freschezza e sapidità, di piacevole lunghezza floreale. Vino Biologico

8,90 € 9,80 € - 9% Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione
Marche IGT
Vitigni
Passerina 100%
Regione
Gradazione
12.0%
Formato
Bottiglia 75 cl
Vigneti
A 200 metri di altitudine su suoli argillosi a medio impasto con esposizione Nord-Ovest
Vinificazione
Fermentazione alcolica in serbatoi di acciaio a temperatura controllata
Affinamento
4 mesi in serbatoi di acciaio
Filosofia produttiva
Biologici,
Note aggiuntive
Contiene solfiti

Premi e riconoscimenti

Veronelli
2019
87 / 100

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Subito Giovani

Vino perfetto da bere subito

descrizione della Passerina di Santa Barbara

Il Passerina Santa Barbara è un vino dal sorso snello, che presenta una piacevole armonia fra la struttura di base e la componente fresca che persiste al palato, da cui affiora anche un tocco di mineralità interessante. Una bottiglia giovane, lavorata solo in acciaio, che si consiglia di bere adesso per gustarne appieno la succosità e la croccantezza. Proprio grazie a questa scorrevolezza evidente è un’etichetta che fa sempre piacere ritrovare in tavola, dove accompagna diverse ricette della cucina mediterranea. 

Questa Passerina Santa Barbara nasce da vigneti situati a circa 200 metri sul livello del mare, esposti verso nord e ovest. Ci troviamo all’interno di un terroir caratterizzato da un sottosuolo argilloso di medio impasto, in cui le viti crescono con il sistema del cordone speronato. Dopo la raccolta manuale, i grappoli vengono diraspati e gli acini selezionati si avviano alla pressatura soffice. Il mosto ottenuto da quest’operazione fermenta in serbatoi d’acciaio inossidabile, in cui la temperatura viene tenuta sotto controllo. L’iter produttivo si conclude con un rapido passaggio in acciaio, della durata di quattro mesi, al termine del quale il vino è pronto per venire imbottigliato.

Il bianco Passerina Santa Barbara si manifesta all’occhio con un colore paglierino, attraversato da striature più tendenti al verdognolo. La frutta ben matura si sviluppa al naso con nitidezza, portando con sé rimandi di erbe aromatiche e tocchi floreali, mentre sul finale si avverte un delizioso eco salino. All’assaggio è di corpo snello e beverino, contraddistinto da un gusto fresco e sapido; termina con un finale connotato da un sapore floreale. L’ennesima chicca che nasce dalla mente vulcanica di Stefano Antonucci, desideroso con questa bottiglia di ridare lustro a un varietale autoctono marchigiano.

Colore Giallo paglierino con trame verdognole

Profumo Frutta estiva matura, scorza di arancia, erbe aromatiche, fiori di campo con striature salate

Gusto Leggero, sottile, fresco e sapido con finale floreale e ottima beva

produttore: Santa Barbara

Vini principali
Verdicchio, blend a base di montepulciano e altri vitigni internazionali
Anno fondazione
1984
Ettari vitati
40
Produzione annua
900.000 bt
Enologo
Pierluigi Lorenzetti
Indirizzo
Borgo Mazzini, 35 - 60010 Barbara (AN)

Perfetto da bere con

  • Antipasti pesce affumicato Antipasti pesce affumicato
  • Formaggi freschi Formaggi freschi
  • Torte di frutta e crema Torte di frutta e crema
  • Pasta al pesce in bianco Pasta al pesce in bianco
  • Pizza Pizza