'Sant'Isidoro' Maria Pia Castelli 2018

Il Sant'Isidoro è un vino rosato marchigiano, ottenuto da un blend di uve Sangiovese e Montepulciano. La fermentazione alcolica è svolta da lieviti indigeni e quella malolattica avviene in acciaio. Aromi delicati di rose, frutti di bosco e macchia mediterranea animano un corpo deciso e fresco, vivacizzato da una pregevole spinta sapida. Vino fatto come una volta con metodi artigianali

13,00 € 14,50 € - 10% Disponibilità immediata
Altre annate

Caratteristiche

Denominazione
Marche IGT
Vitigni
Sangiovese 50%, Montepulciano 50%
Regione
Gradazione
13.5%
Formato
Bottiglia 75 cl
Vigneti
Viti di 20 anni d'età , radicate su terreno argilloso ricco di componenti ferrose a 200 mt slm. Da agricoltura biologica
Vinificazione
Fermentazione alcolica e malolattica in acciaio con lieviti indigeni
Affinamento
12 mesi in acciaio
Filosofia produttiva
Artigianali, Lieviti indigeni,

Premi e riconoscimenti

Bibenda
2017

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
10°-12°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini rosati leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino perfetto da bere subito, ma può evolvere bene se tenuto a riposare in cantina

descrizione del Rosato Sant'Isidoro

Il rosato “Sant’Isidoro” è un vino pimpante, la cui beva non risulta mai stancante, ma sempre avvincente. Si tratta di un blend di Sangiovese e Montepulciano, vitigni che la cantina Maria Pia Castelli cura secondo principi di agricoltura biologica, seguendo una filosofia dal taglio altamente artigianale, in cui la qualità deve sempre prevalere sulla quantità. Un’etichetta dai profumi variegati, che in bocca rivela una progressione sapida interessante, che contribuisce a rendere il sorso un gesto quasi automatico.

Questo “Sant’Isidoro” firmato Maria Pia Castelli prende vita grazie a un blend dove, accanto a un 50% di Sangiovese, troviamo un 50% di Montepulciano. Le viti di queste due varietà hanno una media di 20 anni d’età, e affondano le proprie radici su un terreno composto prevalentemente da argilla e componenti ferrose, situato a circa 200 metri sul livello del mare. Le uve, coltivate seguendo principi di agricoltura biologica, una volta raccolte fermentano alcoolicamente in acciaio, grazie alla presenza di lieviti indigeni, svolgendo anche la malolattica. Sempre in acciaio si svolge poi la maturazione, che si protrae per un anno, al termine del quale il vino è pronto per essere imbottigliato e commercializzato.

Il vino “Sant’Isidoro” si svela nel bicchiere con un colore rosa cerasuolo, molto invogliante alla vista. I profumi che avvolgono il naso raccontano sensazioni principalmente fruttate, a cui si aggiungono note di fiori, macchia mediterranea e tocchi più minerali. Al palato è di corpo medio, equilibrato, con un sorso caratterizzato da una vena sapida e da un gusto che si incentra sulla frutta. Un’etichetta con cui la cantina Maria Pia Castelli regala un vino destinato ai palati più soffici, desiderosi di cimentarsi con un rosato di piacevole freschezza, ideale da assaporare con pizze e focacce farcite.

Colore Rosa cerasuolo

Profumo Aromi di frutti di bosco, melograno, rose, macchia mediterranea e sentori minerali

Gusto Intenso, fresco, sapido e minerale con chiusura fruttata

produttore: Maria Pia Castelli

Vini principali
Sangiovese, Montepulciano, Pecorino, Passerina, Trebbiano
Anno fondazione
1999
Ettari vitati
8
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
22.500 bt
Enologo
Enrico e Alessandro Bartoletti
Indirizzo
Contrada Sant'Isidoro, 22 - 63813, Monte Urano (FM)

Perfetto da bere con

  • Antipasti caldi di pesce Antipasti caldi di pesce
  • Formaggi freschi Formaggi freschi
  • Pasta al pesce in bianco Pasta al pesce in bianco
  • Risotto alle verdure Risotto alle verdure
  • Pizza Pizza