Fiano 'Angiò' Leone De Castris 2017

"Angiò" è un vino bianco del Salento a base di Fiano dal timbro mediterraneo e marino che affina per poco tempo in acciaio. Al naso tocchi tropicali e fruttati precedono un fondo floreale e salino. All'assaggio è fresco, ricco e avvolgente, con ritorni agrumati e sapidi

8,20 € 9,50 € - 14% Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione
Salento IGT
Vitigni
Fiano 100%
Regione
Gradazione
12.5%
Formato
Bottiglia 75 cl
Vigneti
Viti molto giovani di 5 anni su terreno di medio impasto con sistema di allevamento a cordone speronato
Vinificazione
Fermentazione alcolica in acciaio con batonnage per circa 3 mesi
Affinamento
Pochi mesi in acciaio e 2 mesi in bottiglia

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Subito Giovani

Vino perfetto da bere adesso

descrizione del Fiano Angiò

 “Angiò” è un Fiano in purezza da cui emerge tutta la bellezza del Salento. Una terra dove sole e mare si compenetrano, lasciando un’impronta tipicamente mediterranea alle uve, in grado di presentare in fase di degustazione piacevoli note marine oltre alle più classiche sensazioni fruttate e floreali tipiche del varietale. Un’etichetta con cui la cantina Leone de Castris presenta un bianco che racconta la propria origine meridionale, e che inoltre si caratterizza per l’ottimo prezzo finale con cui è proposto. Un vero e proprio jolly quando c’è del pesce in tavola!

Questo “Angiò” Fiano nasce da viti molto giovani, la cui età è di cinque anni. Leone de Castris gli dedica alcuni vigneti situati su un terreno di medio impasto, dove il sistema di allevamento è quello del cordone speronato. I grappoli raccolti durante la vendemmia vengono immediatamente trasportati nei locali adibiti alla vinificazione della cantina, dove vengono diraspati. Gli acini così selezionati vengono pressati, e il mosto ottenuto fermenta in contenitori d’acciaio con frequenti batonnage, per circa 3 mesi. L’affinamento finale si svolge per pochi mesi in acciaio, e dopo l’imbottigliamento il vino rimane per qualche mese a maturare ulteriormente in vetro.

Il Fiano “Angiò” si annuncia all’occhio con un colore giallo paglierino. La frutta, anche tropicale, domina il naso nei primi istanti dell’esame olfattivo, lasciando poi spazio a effluvi marini e a sentori che si affacciano al mondo del floreale. All’assaggio è di corpo leggero, giovane e dinamico, con un sorso energico che entra in bocca con una piacevole componente fresca. La bevibilità fatta a bottiglia per un bianco pugliese che si dimostra perfetto nell’accompagnare le più gustose cene a base di pesce.

Colore Giallo paglierino

Profumo Note di agrumi, mela e pera, sentori di mare, soffi tropicali di ananas e intense sensazioni floreali di camomilla e glicine

Gusto Fresco, sapido e ricco, avvolgente e solare

produttore: Leone de Castris

Vini principali
Rosati, Salice Salentino, Negroamaro
Anno fondazione
1665
Ettari vitati
300
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
2.500.000 bt
Enologo
Marco Mascellani, Riccardo Cotarella
Indirizzo
via Senatore de Castris, 26 - 73015 Salice Salentino (LE)

Perfetto da bere con

  • Pesce alla Griglia Pesce alla Griglia
  • Zuppa di pesce in bianco Zuppa di pesce in bianco
  • Pasta al pesce in bianco Pasta al pesce in bianco
  • Risotto ai frutti di mare Risotto ai frutti di mare
  • Frittura di pesce Frittura di pesce