Consegna gratuita oltre i 59,90€
Consegna in Italia in 1 - 3 giorni lavorativi | gratuita oltre i 59,90€ | Callmewine è ora Carbon Neutral!
Barolo Bartolo Mascarello 2012
94 -@@-7-Robert Parker
95 -@@-8-Wine Spectator
5 -@@-4-Espresso
3 -@@-1-Gambero Rosso

Barolo Bartolo Mascarello 2012

Mascarello Bartolo

Il Barolo di Bartolo Mascarello è un monumento enologico del Piemonte, un indiscutibile punto di riferimento. Si tratta di un Barolo tradizionale di altissimo livello, maturato per 32 mesi in botte grande, dal fascino antico e dalla personalità ricca, robusta, intensa e complessa

410,00 

Caratteristiche

Denominazione

Barolo DOCG

Tipologia

Gradazione alcolica

14.5 %

Formato

Bottiglia 75 cl

Filosofia produttiva

Lieviti indigeni, Artigianali

Note addizionali

Contiene solfiti
Bottiglia da collezione, non soggetta a promozioni

DESCRIZIONE DEL BAROLO BARTOLO MASCARELLO 2012

Nella figura di Bartolo Mascarello riposa buona parte della storia del Barolo, dagli inizi del secolo scorso fino ai giorni nostri: per meglio dire, i vini della storica cantina di Via Roma nel cuore del comune di Barolo, presa in carico da Bartolo Mascarello fin dagli anni '60, rappresentano la quintessenza stessa dei grandi rossi delle Langhe, secondo uno stile che non ha mai ceduto alle lusinghe della modernità.

Il Barolo di Bartolo Mascarello, capace di affascinare appassionati di tutto il mondo per la sua fedeltà a un modello tradizionale quasi scomparso del tutto, è un vino rigoroso, timido in gioventù ma ascendente sul piano aromatico e gustativo con la progressione del tempo, fino a raggiungere dopo un congruo invecchiamento una configurazione complessa, profonda, ricca di sfumature, dagli slanci difficilmente comparabili con prodotti affini.

Quando la figura carismatica di Bartolo Mascarello è venuta a mancare, la difficile eredità da lui lasciata è stata raccolta da sua figlia Maria Teresa, abile nell'infondere nuova personalità e precisione stilistica nei vini prodotti, mantenendo le dimensioni aziendali inalterate a dispetto della grande richiesta da ogni dove. Le uve che confluiscono in questo unico e inconfondibile Barolo provengono da alcuni tra i più importanti crus delle Langhe, tra cui spiccano i vigneti San Lorenzo e Cannubi di Barolo e Rocche di La Morra.

Dalla sensibilità di Maria Teresa Mascarello per una viticoltura rispettosa del territorio deriva una gestione agronomica a bassissimo impatto ambientale; in cantina le fermentazioni avvengono in vasche di cemento e ogni affinamento è affidato alle storiche botti grandi della tradizione Piemontese. Il risultato è un Barolo dai toni aromatici profondi, di solida materialità al palato e dalla trama tannica finissima: a questo splendido vino, che porta con sè tutta la pregnanza della filosofia produttiva di Mascarello, spetta il beneficio di una proficua evoluzione nel tempo, capace di regalare dopo anni un Barolo simbolo dell'espressività territoriale delle Langhe.