Apiliotis Sigalas 2011 - 50cl

L'Apiolitis di Sigalas è un vino Passito rosso intenso da uve Mandilaria, nato da viti di oltre 60 anni di età, affinato in vecchie botti di rovere per almeno 24 mesi. Un bouquet profondo di amarene e frutta rossa in confettura accompagna un sorso dolce, corposo e ben equilibrato, dotato di una vibrante freschezza

33,50 € Disponibilità immediata

Caratteristiche

Vitigni
Mandilaria 100%
Gradazione
9.0%
Formato
Bottiglia 50 cl
Vigneti
Viti di oltre 60 anni di età
Vinificazione
Appassimento delle uve al sole per 10-12 giorni, diraspatura, pressatura e fermentazione in botti di rovere
Affinamento
Almeno 24 mesi in vecchie botti di rovere

Premi e riconoscimenti

Robert Parker
2011
93 / 100

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
10°-12°C
Bicchiere
Calice piccolo
Calice piccolo

Ideale per vini dolci e passiti, che non hanno bisogno di un'eccessiva ossigenazione per dischiudere i loro intensi profumi. La dimensione ridotta suggerisce il servizio di una quantità minore, com'è in genere abitudine per questi vini

Quando bere

Quando bere

Subito Dolci Liquorosi

Vino perfetto da bere adesso, dotato di grande longevità

descrizione del Apiliotis Sigalas

“Apiliotis” Sigalas è un vino passito rosso che ci fa tuffare nelle terre brulle dell’isola greca di Santorini, nelle Cicladi. È qui infatti che sorse la cantina Sigalas, nella zona settentrionale di Oia, laddove la coltivazione della vite ha origini millenarie, con vigneti ancora a piede franco che superano di gran lunga i 50 anni. Proprio le condizioni climatiche e il suolo vulcanico hanno reso questo angolo di paradiso il luogo ideale per la viticoltura. “Apiliotis” è il nome del vento che spira da Est, non molto intenso, conosciuto in Italia come Levante. Il significato della parola greca ricorda che “il sole sorge da Est”, lo stesso sole che ritroviamo abbondante sulle terre di quest’isola e nei riflessi del vino.

Il Sigalas “Apiliotis” contiene uve Mandilaria, un antico vitigno rosso autoctono diffuso nell’Egeo meridionale, presente a Santorini con una percentuale del 20% della viticoltura totale. Le sue caratteristiche sono la maturazione difficoltosa, la presenza di tannini aggressivi e un alto grado di acidità; proprio per questo tradizionalmente dalle uve viene prodotto un passito. Il metodo di allevamento, unico al mondo, è a canestro, “giristi” in greco: i tralci vengono arrotolati come un nido, per difendere i grappoli da vento e sole. I grappoli vengono appassiti al sole per 10/12 giorni e la fermentazione avviene in botti vecchie di rovere, dove avviene anche l’affinamento di 24 mesi.

Nel rosso rubino denso “Apiliotis” di Sigalas ci si perde. L’intensità dei sentori stende un tappeto rosso verso un mondo di amarene, frutti di bosco e marmellata di frutti rossi. La dolcezza si dischiude al primo sorso, rivelando però poi un fermo equilibrio tra freschezza e tannicità. Un corpo ricco e strutturato non impedisce di ritrovarvi agilità e immediatezza di beva, in un lungo finale che regala accenni salmastri, echi lontani di salsedine, sabbia, vento e sole. Un consiglio: provate a chiudere gli occhi mentre sorseggiate questo passito greco. Sarà un viaggio tra onde del mare, profumi di macchia mediterranea, sogni d’estate e occhi schiariti dal sole.

Colore Rosso rubino profondo

Profumo Ricco e intenso, di amarene, marmellata di frutti rossi e frutti di bosco

Gusto Dolce, corposo e strutturato, dotato di una vibrante freschezza, molto equilibrato

produttore: Sigalas

Vini principali
Assyrtiko, Vin Santo
Anno fondazione
1991
Ettari vitati
19
Produzione annua
300.000 bt
Enologo
Papaoikonomou Yiannis
Indirizzo
Oia Santorini 84702

Perfetto da bere con

  • Formaggi erborinati Formaggi erborinati
  • Cioccolato fondente Cioccolato fondente
  • Formaggi stagionati Formaggi stagionati
  • Pasticceria secca o con la crema Pasticceria secca o con la crema