Donnaluce Poggio le Volpi 2021

Il "Donnaluce" di Poggio le Volpi è un vino bianco a base di uve locali, vendemmiate tardivamente e affinate in vetro per 3 mesi. Il profilo aromatico è incentrato su note dolci di frutta tropicale, vaniglia e miele. Al palato è morbido ed avvolgente, di grande eleganza e finezza, persistente su sensazioni fruttate e di pregevole potenza aromatica

14,90 €
Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione

Lazio IGT

Vitigni

Malvasia del Lazio 60%, Greco 30%, Chardonnay 10%

Tipologia

Vini Bianchi

Regione

Lazio (Italia)

Gradazione alcolica

13.0%

Formato

Bottiglia 75 cl

Vinificazione

Uve raccolte tardivamente e fermentate in acciaio

Affinamento

3 mesi in vetro

Note aggiuntive

Contiene solfiti

Premi e riconoscimenti

Luca Maroni
2019
99 / 100
Bibenda
2020
Vitae AIS
2019

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino perfetto da bere subito, ma può evolvere bene se tenuto a riposare in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 2-3 anni

DESCRIZIONE DEL VINO BIANCO DONNALUCE POGGIO LE VOLPI 2021

Il “Donnaluce” di Poggio le Volpi è vino bianco raffinato ed avvolgente, dallo stile affascinante. Non è un caso che questa bottiglia sia un’ode a tutto il genere femminile. In etichetta, infatti, è illustrato un cammeo con un profilo di donna, che veniva spesso usato come spilla dalle donne aristocratiche o come abbellimento di preziosi ciondoli o anelli.

La cantina Poggio le Volpi è una delle realtà più interessanti e dinamiche dei Castelli Romani, situata nel comune di Monte Porzio Catone. Conta più di un secolo di attività e Felice Mergè, l’attuale proprietario, è il terzo di una lunga tradizione familiare. Da 20 anni lavora secondo agricoltura biologica e biodinamica più di 13 ettari di vigne quasi interamente coltivate a varietà locali. La sua forte passione, la sua voglia di sperimentazione, il sole di mezzogiorno e il pregevole terroir vulcanico gli hanno permesso di produrre vini di grande personalità, apprezzati molto dal pubblico e premiati annualmente dalle guide. Un esempio è proprio il “Donnaluce”, prodotto prevalentemente da Malvasia del Lazio o Malvasia Puntinata, con un’aggiunta di Greco e una piccola parte di Chardonnay. Le uve vengono vendemmiate tardivamente per concentrare meglio gli zuccheri e per ottenere più aromaticità e morbidezza.

Il Lazio IGT “Donnaluce” è un bianco di buona struttura, dalla personalità sensuale ed elegante. Il colore richiama l’oro colato, ad evidenziare maggiormente la sua nobiltà. Il bouquet è ricco e intenso, avvolto da note dolci di miele, nocciola e frutta esotica che si accostano a sentori floreali e di erbe aromatiche, con leggeri tocchi minerali. Al palato è perfettamente morbido, di buona potenza aromatica e dalla interminabile persistenza fruttata.

Colore Giallo dorato

Profumo Intenso e fresco con dolci note di rosa e gelsomino, lychee e albicocca, miele e vaniglia e leggeri sentori minerali

Gusto Avvolgente e morbido, aromatico ed elegante, con finale di buona persistenza

produttore: Poggio Le Volpi

Vini principali
Frascati, Cesanese, Nerobuono
Anno fondazione
1996
Ettari vitati
145
Produzione annua
300.000 bt
Enologo
Felice Mergè
Indirizzo
Via Colle Pisano, 27 - 00040 Monte Porzio Catone (RM)

Perfetto da bere con

  • Formaggi freschi
  • Risotto alle verdure
  • Tartare di pesce
  • Sushi e Sashimi
  • Antipasti caldi di pesce