Il Preliminare Cantine del Notaio 2021

Il Preliminare di Cantine del Notaio è un vino bianco lucano dai profumi esuberanti, ottenuto da uve Aglianico, Chardonnay, Moscato e Malvasia. Il bouquet richiama l'ananas, i fiori gialli e le erbe aromatiche. Al palato è fresco, delicato e molto piacevole

Caratteristiche

Denominazione

Basilicata IGT

Vitigni

Aglianico 30%, Chardonnay 30%, Moscato 20%, Malvasia 20%

Tipologia

Vini Bianchi

Regione

Basilicata (Italia)

Gradazione alcolica

13.0%

Formato

Bottiglia 75 cl

Filosofia produttiva

Vignaioli Indipendenti,

Note aggiuntive

Contiene solfiti

Premi e riconoscimenti

Luca Maroni
2019
93 / 100
Bibenda
2020
Vitae AIS
2019
Gambero Rosso
2019
2 / 3

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino perfetto da bere subito, ma può evolvere bene se tenuto a riposare in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 2-3 anni

DESCRIZIONE DEL VINO BIANCO IL PRELIMINARE CANTINE DEL NOTAIO 2021

Il Preliminare di Cantine del Notaio rientra a pieno titolo tra i nostri vini perfetti per i momenti romantici. Il nome evoca già da sé un momento romantico, dove la passione e la delicatezza si uniscono; le caratteristiche di questo vino non fanno altro che seguire questa concezione: il blend di uve utilizzate, Aglianico, Chardonnay, Moscato e Malvasia, conferiscono un’aromaticità, una piacevolezza e una bevibilità che ben si accompagna a cene romantiche e delicate.

Siamo in Basilicata, nel cuore del Sud Italia, dove il Vulture, un maestoso vulcano spento, è l’autentico custode di un territorio ricco di storia, arte, ricchezze naturali e paesaggistiche. Suggestioni e unicità che hanno da sempre contraddistinto la passione per la viticoltura della famiglia Giuratrabocchetti, che da diverse generazioni si ispira a criteri biologici e biodinamici, per potenziare il contenuto di sostanze organiche nell’acino prima e nel vino poi.

E’ nella seconda metà di agosto che sia avvia la vendemmia manuale; il vino sosta in acciaio per le fermentazione prima di maturare per almeno due mesi in bottiglia raggiungendo così un colore giallo cristallino, un naso fine e ampio di mandorla, di frutta esotica fresca come ananas, mango e papaya, con spiccate note di sapidità e freschezza che ben bilanciano ed equilibrano la dolcezza derivante dai sentori fruttati. Perfetto con piatti di pesce, specialmente con le crudités e con i pesci di acqua dolce.

Colore Giallo paglierino brillante

Profumo Note di ananas, fiori gialli e un pizzico di erba tagliata

Gusto Fresco, delicato e con finale ammandorlato

produttore: Cantine del Notaio

Vini principali
Aglianico del Vulture
Anno fondazione
1998
Ettari vitati
46
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
470.000 bt
Enologo
Luigi Moio, Gerardo Giuratrabocchetti
Indirizzo
Cantine del Notaio, Via Roma, 159 - 85028 Rionero in Vulture (PZ)

Perfetto da bere con

  • Stuzzichini
  • Pesce in umido
  • Zuppa di pesce in bianco
  • Tartare di pesce
  • Pesce e crostacei al vapore
  • Carne arrosto e grigliata
  • Antipasti caldi di pesce
  • Zuppa di pesce col pomodoro
  • Pesce alla griglia